Posta del Culo special edition: tamarreide!

Oggi la posta del culo vuole dedicare un’intera puntata a TatianaPr, incappata nel peggiore dei disagi: il tamarro!


Mi permetto di decodificare i suoi messaggi vocali (eh sì, ormai siamo diventate intime, abbiamo 25 anni e facciamo le suore) facendovene un cappellano riassunto:
“il tipo mi contatta qualche giorno fa su Fb, giusto prima della mia festa dei 25 anni, in cui, tra l’altro Zobeide è stata splendida. Ad ogni modo, l’energumeno in questione, 110 kg di muscoli e tatuaggi,

viene da Pisa, ha fatto il modello nei peggiori bar di Portoviro, e manda dei messaggi vocali allucinanti, lunghi due ore, detti sottovoce e con nulla di interessante da dire. Io ne ho sentiti tre e mi sono detta pentita. Ma un manzo è sempre un manzo; così ci diamo appuntamento.

Faccio arrivare venerdì scorso, e finalmente (o purtroppo) ci troviamo.
Lui bello come Marylin Manson in Dope Show (ok, è un complimento), prima ancora di limonare si lamenta che ha fame e mi trascina in una bettola cinese dove fanno l’all-You-can-eat.”

Cioè, amore, permettimi già di commentare, ma sto pezzo d’uomo

si fa tipo 150 km in macchina per vederti, e manco un “ciao come sei gnocca oggi!”, no, vuole subito magnare!?

Ma davvero, davvero?
Cioè, ho capito che i tamarri palestrati hanno tutte queste diete iperproteiche, ipocaloriche e super-rompicoglioni, ma io mi chiedo:

Neanche quando si parla di scopare?

Sappi che sono già a disagio.
Ma continuiamo.
“Al cinese è un delirio completo, lui mi limona in ogni dove, anche alla porta e quando non mi limona parla in continuazione, anche con la bocca piena. Pezzi di riso si spargono sul tavolo in un tripudio di inutilità. Il suo palato è come l’Etna: continua ad eruttare!
Non pago di avermi portato tanta gioia in una sola sera chiede di pagare alla romana..”
PAGARE ALLA ROMANA???

No vabbè, il disagio! Mai nella mia vita ho dovuto pagare alcunchè al mio primo appuntamento (saluti a Marco, Carlo, Lorenzo, Marco2, e tutti gli altri..), ma manco a quelli di lavoro.

E questo, sto buzzurro, dopo essersi fatto l’equivalente della Salerno-Reggio Calabria con Bla Bla Car, ora vuole risparmiare anche sul cibo???
Io avrei detto ciaone a lui e al suo paccone tatuato, e l’avrei lasciato lì impalato, costretto a pagare sia la mia parte che la mancia al cameriere che avrei puntualmente riempito di improperi, così, giusto per divismo.

No, Tatiana, io te lo dico ora, prima di sentire gli ultimi messaggi vocali, per me è un no grande come una casa!


“Io gli dico, vabbè, paghiamo alla romana.
Poi usciamo; lui mi limona dentro e fuori dalla macchina, io lo avverto che ho un piccolo disagio alle parti intime, e lui nulla, vuole scopare cmq.”

Cioè amore, ma tu hai tipo un fungo dove non batte il sole e lui “chissene perchè sono in astinenza?”

Sto così male che mi serve un’ambulanza.

“Vabbè, vuole scopare. Si piglierà quello che ha da pigliarsi.
E allora scopiamo.
Scopiamo ben due volte la sera e una appena svegli.
Viene ovunque, come un’idrante. Per fortuna che non siamo a casa mia sennò dovevo richiamare la filippina dalle ferie per il capodanno Cantonese, l’anno del gatto o il coma del sorcio.
Detto questo, dopo la scopata altro che sigaretta: ha preteso il McDonald’s.
Io lì non ce l’ho fatta e ho detto che avevo un impegno.
Ora l’ultima immagine che ho di lui è, oltre il suo bel culo (con tatuata una pantera sulla chiappa sinistra) quando si infila i pantaloni, il suo sorriso da ebete quando mi saluta promettendomi un’altro, splendido, messaggio vocale al suo arrivo.
Sorella, io voglio morire.
E tu?”

Tatiana, sono così basita che preferisco far rispondere Tina:

Sai una cosa? Sai che gli direi al tuo Tamarro?


Sono comunque lietissima che anche tu l’abbia smollato, ma cara, fatti dire una cosa: io manco il ristorante gli avrei fatto vedere a quello!

Nessun commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Puoi usare questi attributi e tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.